Occorre trovarsi qui nel pomeriggio, prima del tramonto, nel mese di giugno tra l'odore dei fiori di castagno e quello delle ginestre per ascoltare il suono delle campane di uno dei campanili più antichi di tutta la regione. L'eco si inacanala tra le gole di questo lembo di Sila Greca e giunge fino al mare. Un'esperienza sensoriale fuori dal comune.

Mappa

L’app con il sesto senso

Ricerca in tutti i sensi