Il suo nome scientifico è Pancratium maritimum e si tratta di una pianta perenne bulbosa che cresce spontaneamente sui litoriali calabresi non antropizzati. Comunemente chiamato giglio di mare, nel periodo compreso tra luglio e ottobre è possibile ammirarne le splendide fioriture dal profumo intenso. Ammirateli, annusateli, fotografateli ma non portateli via, si tratta di una specie considerata in regressione e dunque in pericolo di estinzione.

Foto di: Massimiliano Capalbo

Mappa

L’app con il sesto senso

Ricerca in tutti i sensi